Everybody loves Smart Working!?

in hive-174578 •  6 months ago 

image.png

Smart Working what a passion!

This could be the front-page headline, if we weren't so caught up in being relegated to our dens to hope for a better future and still count many victims from covid.
Yet smart working would seem to be one of those double-edgedged weapons that are difficult to manage.

Smart working could be dangerous?

Smart working is and will be the next social revolution.
Imagine going back 30 years and telling your father, a young uncle of yours, who would have worked from home at 30.
In his pajamas.
Comfortably. Without having to move through traffic.

He'd probably burst out laughing. Probably call you crazy.
Today all this is reality. It took the covid-19 to make it a reality, to make it something common, a habit.
The impacts on our life and the planet could be super-positive.

  • Decreased traffic.
  • Reduced pollution.
  • Increased leisure time for all.
  • Improved quality of life.
  • Greater social cohesion.
  • Care of affections.
  • Time to devote to children and their families.
  • Reduced costs for companies.
  • Reduced costs for individuals.
  • Greater care of one's own body.
  • Better nutrition.

But for this revolution to succeed, we all need to be strict in applying common sense rules during the smart working regime.
A recent analysis seems to have discovered a dramatic fact.
There is more work to be done in smart working.
There are even 3 extra hours of work that on average are done in smart working.
In practice, as always we are ruining our lives rather than simplifying them.
Would we have a golden opportunity to put our lives in order and what do we do instead?
We're killing ourselves with work!

Virtual meetings.
Eternal calls.
Powerpoint. Excel. Word.
Continuous stumbling. Tearful talk.
Therapy sessions like we're in AA.
Quick, impromptu lunches.
Why is that?
Because instead of rationalizing this situation, we thought we'd exasperate it.
To our disadvantage!

That's why smart working is dangerous.
But that's not the only reason.
According to some research, smart working tends to cancel the sacred separation between personal and professional spheres.

Home has become the office, the office our home.

Let's start working first.
The computer is 2 meters from the bed anyway.

Let's stop working later.
I'm already home anyway.

Let's eat faster.
It's better not to waste time cooking and washing dishes.

And to distract us?
We'll stay at the computer or watch TV at most.

Smart Working could be a revolution, but be careful:

We must be good at being the subjects of revolution and not the Objects of the revolution.

Otherwise, we'll have wasted another huge opportunity and we'll once again be slaves to ourselves and the passing time.

Smart Working che passione!

Potrebbe essere questo il titolo da prima pagina, se non ancora fossimo cosi presi dall'essere relegati nelle nostre tane a sperare in un futuro migliore e contare ancora tante vittime da covid.
Eppure lo smart working sembrerebbe essere una di quelle armi a doppio taglio di difficile gestione.

Lo smart working potrebbe essere pericoloso?

Lo smart working è e sarà la prossima rivoluzione sociale.
Immaginate di tornare indietro di 30 anni e dire a vostro padre, ad un vostro giovane zio che di li a 30 anni avrebbe lavorato da casa.
In pigiama.
Comodamente. Senza doversi muovere nel traffico.

Probabilmente sarebbe scoppiato a ridere. Probabilmente vi avrebbe chiamati folli.
Oggi tutto questo è realtà. Ci è voluto il covid-19 a farlo diventare realtà, a farlo diventare qualcosa di comune, una consuetudine.
Gli impatti sulla nostra vita e sul pianeta potrebbero essere super-positivi.

  • Diminuzione del traffico.
  • Diminuzione dell'inquinamento.
  • Aumento di tempo libero per tutti.
  • Miglioramento delle qualità di vita.
  • Maggior coesione sociale.
  • Cura degli affetti.
  • Tempo da dedicare a figli e al proprio nucleo familiare.
  • Dimuzione costi per le aziende.
  • Diminuzioni costi per i singoli.
  • Maggior cura del proprio corpo.
  • Migliore alimentazione.

Per far si che però questa rivoluzione abbia successo, tutti noi dobbiamo essere rigidi nell'applicare regole di buon senso durante il regime di smart working.
Una recente analisi sembrerebbe aver scoperto un fatto drammatico.
In smart working si lavora di più.
Addirittura sarebbero 3 le ore di lavoro extra che mediamente vengono svolte in smart working.
In pratica, come sempre ci stiamo rovinando la vita anzichè semplificarla.
Avremmo l'occasione d'oro di mettere ordine nelle nostre vite e invece che facciamo?
Ci ammazziamo di lavoro!

Meeting virtuali.
Call eterne.
Powerpoint. Excel. Word.
Inciuci continui. Chiacchierata a sfinimento.
Sedute teraupeutiche che manco fossimo agli alcolisti anonimi.
Pranzi rapidi e improvvisati.
E perchè?
Perchè anziche razionalizzare questa situazione abbiamo pensato di esasperarla.
A nostro svantaggio!

Ecco perchè lo smart working è pericoloso.
Ma non solo per questo.
Secondo alcune ricerche infatti, lo Smart Working tenderebbe ad annullare quella sacra separazione tra sfera personale e sfera professionale.

La casa è diventata l'ufficio, l'ufficio la nostra casa.

Iniziamo prima a lavorare.
Tanto il pc è a 2 metri dal letto.

Smettiamo più tardi di lavorare.
Tanto sono gia a casa.

Mangiamo più rapidamente.
Meglio non perdere tempo a cucinare e lavare i piatti.

E per distrarci?
Stiamo al PC o al massimo guardiamo la tv.

Lo Smart Working potrebbe essere una rivoluzione ma attenzione:

Dobbiamo essere bravi ad essere i soggetti rivoluzionari e non gli Oggetti della rivoluzione.

Altrimenti, avremo sprecato un'altra enorme opportunità e saremo ancora una volta schiavi di noi stessi e del tempo che passa.

image.png

Authors get paid when people like you upvote their post.
If you enjoyed what you read here, create your account today and start earning FREE STEEM!
Sort Order: